Noda e il ritorno della «politica della memoria» nelle relazioni sino-giapponesi

di Matteo Dian,

Da circa due mesi il Giappone è guidato da un nuovo premier, l’ex ministro delle Finanze Yoshihiko Noda. Noda è il sesto ad assumere la guida del governo dal 2006 e il terzo dalla storica vittoria del Partito Democratico del Giappone (Minshuto o DPJ), che nel 2009 aveva messo fine al dominio, che durava quasi senza interruzioni dal 1955, del Partito liberal-democratico (Jiminto).

Per continuare a leggere scarica il pdf della rivista

Questa voce è stata pubblicata in Asia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Noda e il ritorno della «politica della memoria» nelle relazioni sino-giapponesi

  1. Pingback: World In Progress No.11 | World In Progress

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...