A “fair” speech

di Gaetano Di Tommaso,

Settemilacinquantanove parole in poco più di un’ora, tanto è servito a Barack Obama per lanciare la sua campagna elettorale in vista delle elezioni presidenziali del prossimo novembre. Nel suo terzo Discorso sullo Stato dell’Unione Obama ha parlato soprattutto da candidato in cerca di rielezione, difendendo le conquiste della sua amministrazione e andando all’attacco contro i repubblicani sulla gestione dell’economia e della sperequazione sociale. A sottolineare il taglio elettorale dell’intervento sono stati i toni populistici scelti per rivolgersi al paese. Per l’occasione Obama ha rispolverato patriottismo e protezionismo economico con l’obiettivo di catturare l’attenzione dell’America più profonda, ancora schiacciata dal peso psicologico della crisi.

Per continuare a leggere scarica il pdf della rivista

Questa voce è stata pubblicata in Stati Uniti/United States e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a A “fair” speech

  1. Pingback: World In progress No.13 | World In Progress

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...