L’importanza della politica estera nelle primarie repubblicane statunitensi

di Angela Santese

Appare difficile che l’esito delle elezioni presidenziali del prossimo 6 novembre possa essere condizionato in maniera sostanziale da questioni ascrivibili agli ambiti della politica estera e della sicurezza nazionale. Nel lungo percorso che porta alla Casa Bianca, soprattutto nell’influenzare le chance di un presidente di essere rieletto, uno dei fattori decisivi, specialmente nei momenti di crisi e recessione, è la congiuntura economica. Pertanto non stupisce che la rilevanza marginale della politica estera nel determinare l’esito delle elezioni presidenziali si rifletta anche nel dibattito delle primarie repubblicane. Guardando alla competizione per la nomination emerge, infatti, che, nel dibattito politico, i temi più discussi siano la questione delle tasse, il sistema sanitario, l’immigrazione, la protezione del confine verso il Messico e lo stato dell’economia.

Per continuare a leggere scarica il pdf della rivista/Download full-text

Questa voce è stata pubblicata in Stati Uniti/United States e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’importanza della politica estera nelle primarie repubblicane statunitensi

  1. Pingback: World In progress No.14 | World In Progress

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...