L’ago della bilancia verde europea

di Alberto Mariani

Storicamente c’è uno Stato europeo che più degli altri ha avvertito il proprio collocamento geografico come una barriera insormontabile alla propria espansione, non tanto territoriale, quanto in termini di sviluppo economico e di indipendenza politica. Questa nazione è la Polonia, le cui ambizioni sono state spesso sterilizzate – a dispetto del suo peso territoriale e demografico – nella morsa di vicinanze irrequiete come quelle con Germania e Russia, che dal canto loro hanno sempre preferito tenere i polacchi in un regime di sudditanza anche in virtù del suo potenziale; un «too big to gain», verrebbe da dire.

Per continuare a leggere scarica il pdf della rivista/Download full-text

Questa voce è stata pubblicata in Europa Orientale & Russia/Eastern Europe & Russia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...