L’apolide che non c’è: i diritti negati ai cittadini dominicani di origine haitiana

di Graziella Scudu

Marie Jean è nata e cresciuta in un piccolo centro rurale situato in prossimità di una piantagione di canna da zucchero, nella Repubblica Dominicana (RD). Ha 22 anni e come molti giovani della sua età vorrebbe fare l’università, trovare un lavoro decente o semplicemente avere un documento d’identità che le permetta di andare in città senza correre il rischio di essere perseguitata dalle autorità migratorie dominicane.

Per continuare a leggere scarica il pdf della rivista/Download full-text

Questa voce è stata pubblicata in America Latina/Latin America e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...